Ti piace? Condividi questa scheda!

ITINERARIO STORICO-CULTURALE CESENATICO - VALLI DEL MONTONE E DEL TRAMAZZO

Indirizzo

47042 Cesenatico (FC)

Descrizione


Itinerario: Cesenatico - Forlì - Terra del Sole - Castrocaro - Dovadola - Rocca San Casciano - Portico di Romagna - San Bendetto in Alpe - Tredozio - Modigliana - Cesenatico (km 160 circa)

Modalità di svolgimento: itinerario consigliato da effettuarsi in auto. La visita richiede un'intera giornata

Itinerari dettaglio: da Cesenatico prendere la SS 304 per Cesena, quindi continuare sulla SS 9 (via Emilia) per Forlì, quindi imboccare la SS 67 in direzione Firenze, lungo la quale si trovano la maggior parte delle località da visitare.

Da vedere e visitare:
TERRA DEL SOLE: città pianificata ex novo sorta nel 1564 per volontà di Cosimo I de Medici di Toscana, il cui nome riflette la concezione di 'città ideale' per invenzione spaziale ed armonia delle forme, concepita come 'città-fortezza' Si sviluppa su pianta rettangolare tra mura alte 13 metri ed un tempo le due porte romana e Fiorentina rappresentavano gli unici accessi, sormontati dai due Castelli del Capitano delle Artiglierie e del Governatore. Oggi ospita linteressante museo dell'Uomo e dell'Ambiente.

CASTROCARO TERME: rinomato centro termale già noto al tempo dei romani come 'Salsubium' per le sue acque salse. Fu dominata prima dallo Stato della Chiesa e poi dalla città di Firenze. Tra i monumenti cittadini vanno citati: la chiesa dei Santi Nicolò e Francesco, il Palazzo dei Commissari e la Rocca con la Torre Campanaria. Merita inoltre una visita il grande parco delle term, 20 ettari di verde e alberi d'alto fusto e chilometri di riposanti viali con le più belle essenze.

DOVADOLA: il nome sembra derivi da 'duo vadora', cioè due guadi, perché qui un tempo c'erano due passaggi per traversare il tortuoso fiume Montone. Il paese è ancora dominato da un pittoresco castello fortificato a Rocca nel XIII secolo, sotto il quale si trova il nucleo più antico della cittadina con la Torre dell'Orologio. Dovadola è rinomata per la sagra del tartufo che sisvolge tutti gli anni la terza e quarta domenica di ottobre.

ROCCA SAN CASCIANO: cittadina della media Valle del Montone, sovrastata dai resti della Rocca, che conserva il Palazzo Pretorio, la Chiesa del Suffragio costruita dopo il terribile terremoto del 1661 e la Chiesa di S. Maria delle Lacrime.

PORTICO E SAN BENEDETTO: Portico sorse in tempi antichi come luogo di mercati e castello e conserva l'aspetto medievale di paese suddiviso in tre piani: la parte alta con il castello e la pieve, quella intermedia con i palazzi padronali e la parte bassa con i borghi e le botteghe artigiane. Il vicino abitato di S. Benedetto, ai piedi del passo del Muraglione ha storia legata all'abbazia Benedettina, una delle più antiche dell'appennino. In questi luoghi sostò Dante durante il suo esilio e li raccontò poeticamente nella Divina commedia. Da qui è d'obbligo una escursione alle incantevoli Cascate dell'Acquacheta, raggiungibili a piedi attraverso un agevole sentiero.

TREDOZIO: ci spostiamo nella valle del Tramazzo per raggiungere questa cittadina, al centro della quale spicca la Torre Civica. Tra i monumenti sono da ricordare; la Chiesa della Compagnia del SS. Sacramento, la Chiesa di San Michele Arcangelo e il Convento dell'Annunziata.

MODIGLIANA: centro di maggior rilievo della valle del Tramazzo, dove nacque la stirpe dei conti Guidi, potente famiglia dominatrice di oltre duecento castelli tra la Romagna e la Toscana. Da visitare il duomo, i Palazzi Pretorio e Borghi e il Museo Comunale Don Giovanni Verità, che custodisce alcune opere di Silvestro Lega, pittore 'macchiaiolo' della metà dell'800, originario di Modigliana.

Ultimo aggiornamento: 25/03/2020