Ti piace? Condividi questa scheda!

DANTE ARFELLI

Indirizzo

47042 Cesenatico (FC)

Descrizione

(Bertinoro, 5 marzo 1921 – Ravenna, 9 dicembre 1995)
Dante Arfelli è stato uno scrittore italiano.
Vive per molto tempo a Cesenatico e dopo la seconda guerra mondiale insegna lettere nelle scuole superiori a Cesena. Esordisce nella narrativa a 28 anni col romanzo “I superflui” (1949) che vince il Premio Venezia (antenato del Premio Campiello) e diviene uno dei più clamorosi casi letterari dell’Italia del dopoguerra: tradotto in più lingue, il romanzo diventa un best-seller negli Stati Uniti, vendendo oltre 800.000 copie.
Pochi anni dopo segue un secondo romanzo, “La quinta generazione” (1951), e solo dopo molto tempo, nel 1975, pubblica un altro libro, “Quando c’era la pineta”, raccogliendo racconti editi fra il 1949 e il 1954. Segue un ancor più lungo periodo di silenzio dovuto ad una grave malattia che lo porta ad isolarsi: nel 1992 gli viene riconosciuto il vitalizio della legge Bacchelli e nel 1993 pubblica ancora un libro, “Ahimè, povero me”, uno straziato e allucinato diario. Muore a Ravenna il 9 dicembre 1995.

Ultimo aggiornamento: 22/04/2015